Bilancio di Sostenibilità 2017/2018
Vodafone Italia

La sicurezza nell’utilizzo dei prodotti

La forte attenzione, posta da Vodafone Italia verso i propri clienti, si concretizza anche nell’assicurare la totale sicurezza dei propri prodotti e la loro conformità alle norme nazionali e comunitarie sul tema della salute e sicurezza dei consumatori.

Con riguardo ai dispositivi offerti ai clienti, quali smartphone, internet key, tablet e device di rete fissa, Vodafone Italia garantisce la totale conformità ai più stringenti standard di salute e sicurezza previsti dall’Unione Europea. Particolare attenzione viene posta dall’azienda al rispetto della Direttiva “Radio Equipment” (RED) e ad assicurare la presenza nel manuale di istruzioni delle informazioni e dei simboli previsti dalle Direttive Europee R&TTE, RED e WEEE, relativi alla salute e alla sicurezza e al corretto smaltimento del prodotto. In particolare, i manuali di istruzioni dei prodotti Vodafone Italia contengono i valori massimi relativi al “tasso di assorbimento specifico” (SAR) associati ad ogni telefono, che risultano sempre inferiori al limite fissato dall’ICNIRP (International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection), e le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità su come le persone possono ridurre la propria esposizione alle onde elettromagnetiche.

 

Elettromagnetismo: come minimizzare gli impatti

Vodafone Italia progetta e realizza tutti gli impianti di rete nel pieno rispetto della normativa italiana sull’esposizione umana ai campi elettromagnetici, che fissa limiti fino a 100 volte inferiori rispetto a quelli definiti dall’ICNIRP (Commissione Internazionale per la Protezione dalle Radiazioni Non Ionizzanti) e applicati nel resto d’Europa.
Il rispetto dei limiti per ogni specifica installazione continua ad essere garantito grazie all’Analisi dell’Impatto Elettromagnetico (AIE) che viene effettuata, per ogni impianto, durante la fase di progettazione e che viene condivisa con le Agenzie Regionali di Protezione dell’Ambiente secondo quanto previsto dal Codice delle Comunicazioni Elettroniche (Decreto Legislativo n. 259 del 2003 e successive modifiche e integrazioni).

Per quanto concerne i caricabatteria dei dispositivi, Vodafone Italia garantisce il rispetto degli standard previsti dalla Direttiva ErP (Energy related Products) e commercializza unicamente alimentatori che abbiano raggiunto il Livello VI, che indica il minor consumo di corrente possibile in modalità stand-by. Il rispetto di tale Direttiva consente inoltre la marchiatura CE del prodotto accompagnata dal corrispondente simbolo.

Riguardo al trattamento delle sostanze nocive presenti nei dispositivi, in particolare all’interno delle batterie, e sul loro corretto smaltimento, Vodafone Italia rispetta gli standard normativi imposti dalla Direttiva “RoHS” e della Direttiva “WEEE”. I dispositivi di Vodafone Italia sono inoltre conformi a quanto previsto dal nuovo provvedimento speciale della IATA (International Air Transport Association), emanato nel corso dell’anno, denominato SP188 (Special Provision 188), applicabile alle tipologie di trasporto di materiali pericolosi, quali le batterie Litio-ioni, per i quali è interdetta la spedizione per via aerea. Vodafone Italia, in particolare, richiede ai propri fornitori una dimostrazione di tale conformità per tutti i prodotti distribuiti, ottenendo certificati che attestano il superamento dei test previsti dalla norma UN38.3, garantendo quindi un elevato livello di sicurezza per i voli sui quali siano presenti prodotti distribuiti dall’azienda.

A garanzia finale della qualità dei prodotti e servizi e della sicurezza dei clienti, Vodafone Italia ha rinnovato nel corso dell’anno la certificazione UNI EN ISO 9001:2015.

La sicurezza acustica dei dispositivi Vodafone Italia

La Europea RED prevede la verifica del livello massimo di pressione acustica (Audio SPL) per tutti i dispositivi dotati di riproduzione audio. Vodafone Italia verifica che i prodotti commercializzati non eccedano mai il limite di 100dBa fissato dalla direttiva e che i dispositivi mostrino avvisi specifici sul display all’avvicinarsi del volume massimo. Sempre con l’obiettivo di garantire la sicurezza acustica dei propri clienti, Vodafone Italia richiede ai costruttori di eseguire specifici test dei livelli massimi di audio, secondo la specifica “Vodafone Acoustic Safety Requirement”. Tale specifica richiede che nei primi 2 secondi di conversazione l’audio non superi mai i 135dBSPL© e in nessun caso ecceda i 140dBSPL©. Il rispetto di tali limiti, pur essendo regolati da una direttiva Europea, non comporta un obbligo per i costruttori ma viene ugualmente espressamente richiesto da Vodafone Italia.